iMovie: Joy

Capitale sociale, capitale economico-finanziario e capitale culturale. Sono questi i pilastri che stanno alla base della vita di una persona e il loro sviluppo produce conseguenze importanti nell’ambito lavorativo della stessa, soprattutto se si tratta di un imprenditore. Il capitale sociale sta ad indicare il sistema di contatti e comprende sia la sfera affettiva sia la sfera professionale; il capitale economico-finanziario si identifica invece col patrimonio famigliare; infine il capitale culturale comprende l’educazione e la mentalità ereditata dalle figure genitoriali, nonché l’istruzione.

Durante l’incontro è stato possibile evidenziare questi aspetti analizzando la figura di Joy Mangano, la protagonista del film proiettato, una donna dal forte ingegno creativo la cui vita però l’ha posta davanti a numerosi problemi famigliari; nonostante grandi difficoltà e momenti in cui la sua impresa di moci ha rischiato la bancarotta, Joy con risolutezza e spirito imprenditoriale riesce a reagire, facendo decollare il suo business.

Dalla visone del film, la relatrice Emanuela Rinaldi, PhD. Ricercatrice in Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso il nostro Ateneo, ha sottolineato l’influenza di carattere sociologico della distinzione che si fa tra uomo e donna in ambito professionale, comunicando dati statistici interessanti: le donne, sebbene più predisposte alla contrattazione e alla comunicazione svoltesi a favore di interessi terzi (per un cliente, un’azienda o un’associazione), si mostrano più reticenti in materia di carriera e retribuzione rispetto agli uomini.

 

Articolo a cura di Loris Castagna