iKnow: Disrupting humans, nuove tecnologie e salute

Terzo incontro con Impactscool. Impactscool si occupa di formazione e divulgazione sui temi legati alle nuove tecnologie e al futuro.

“The future is open source”. Il loro motto è un auspicio per un futuro accessibile a tutti. Essere consapevoli dei cambiamenti, come l’accelerazione tecnologica, è la chiave.

In questo incontro abbiamo parlato di tecnologie che cambiano il concetto di essere umano, nella scienza e medicina. Di quanto la tecnologia ha permesso una crescita a livello esponenziale del sapere e della ricerca.

Nuovi sensori indossabili ci permettono di accedere a servizi innovativi e raccolgono dati sulla nostra vita quotidiana, utilizzati in vari ambiti per esempio dai social.

Altri aspetti da non sottovalutare sono:

  • l’invecchiamento della popolazione, che si prevede vivrà molto più a lungo;
  • l’accelerazione tecnologica, secondo la legge di Moore le possibilità di un calcolatore raddoppiano ogni 18 mesi;
  • i big data sono stati raccolti negli ultimi 2 anni, nel tempo ci saranno problemi sullo storage dei nuovi dati sempre maggiori.

 

Già nel 2012 alcuni ricercatori di Harvard avevano iniziato a studiare il DNA come possibile strumento di archiviazione dati, salvando 52.000 libri in un singolo frammento di DNA.

Il metodo è concettualmente semplice, si trasforma il codice della vita (il codice del DNA è costituito da un’alternanza di basi azotate: Adenina, Guanina, Timina e Citosina) in 0 e 1, il codice binario dei nostri computer.

Il successo di questo esperimento fu però parziale, ma oggi abbiamo avuto esempi eclatanti anche nel marketing. Il gruppo musicale britannico Massive Attack ha deciso in occasione del ventesimo anniversario dello storico album Mezzanine di salvarlo nel DNA per renderlo immortale.

I costi di codifica e decodifica sono ancora alti, ma cosa si potrà fare nel futuro?

 

Articolo a cura di Arianna Goldoni