iExample: ClioMakeUp si racconta

Cliomakeup, non solo un brand e un prodotto! Non solo una persona, non solo un’unità organizzativa ma una STORIA. Una storia celebre ormai in tutta Italia ma che sta prendendo piede anche all’estero grazie all’iniziativa della stessa Clio Zammatteo, founder di ClioMakeUp, che ora lavora a New York dove sta collaborando con diversi colossi in ambito modelling e cosmetics.

Un’evoluzione da digital publisher (cioè limitatamente a pubblicazione di contenuti sui social e creazione di video tutorial) a e-tailer (cioè basato un e-commerce avanzato dove l’obiettivo non è solo quello di pubblicare, ma di rendere tangibile a tutti i prodotti e le loro storie).

Ma partiamo un po’ dalle origini. Cliomakeup è nata nel 2008, quando Clio ha aperto il canale youtube di ClioMakeUp , iniziando così a portare a conoscenza dell’audience l’essenza della sua attività, risaltando non tanto il prodotto, ma il METODO che viene utilizzato per adattare determinati prodotti a determinati target, puntando sempre sull’eccellenza nella qualità dello stesso, sulla performance e sulla sua migliore interazione possibile nel mondo social.

Prosegue poi il suo percorso scrivendo un libro “Clio make-up: la scuola di trucco della regina del web”, editore Rizzoli, e con il quale ha riscosso  un ampio successo. Questo ebbe un impatto importante sulla community, poiché da una parte non vi era nel tempo recente un libro sul settore beauty-cosmetics e quindi si volle portare innovazione, e dall’altra un libro racconta una storia e non solo la persona, e fu questo l’obiettivo di Clio.

Nel 2011 esce la prima collezione di trucchi originali targata ClioMakeUp e nel 2012 va in diretta per la prima volta su Real Time (canale 31) riscuotendo anche qui notevole successo proprio per la passione, l’amore e la delizia che Clio impiegava nell’esporre accuratamente ogni  singola modalità di utilizzo nella sua interezza non trascurandone le parti essenziali, perchè il focus non è il prodotto, ma sempre la tecnica impiegata attraverso una studiata vocazione didattica.

Apre in seguito il suo blog, dove si sviluppa la più grande community in Italia nel settore beauty.

In seguito nel 2018 decide di lanciare il suo primo shop, dove viene attualizzata la prima linea che porta il nome di Clio, completamente autofinanziata grazie al duro lavoro svolto negli anni precedenti. Perchè decise di fare questo importante passo? Perchè realizzò che non era sufficiente il mondo virtuale, costituito da video, immagini e cataloghi, ma bisognava dar la possibilità al cliente di toccare con mano i prodotti, di apprezzarne la qualità e l’unicità.

Che cos’è oggi ClioMakeUp? e’ una realtà strutturata che presidia l’ambiente digitale in tutte le sue dimensioni. Ha un’ottica mirata al servizio e al soddisfacimento dei bisogni dei clienti che sono perlopiù donne.  Adattiva perchè modula le strategie di comunicazione in base al suo target, rispettando sempre i canoni di qualità e autenticità.

I numeri sui principali social sono davvero impressionanti, esaminiamoli brevemente insieme:

  • Facebook:  pubblico 100% organico, guadagnato con il proprio lavoro e non tramite attività promozionali. 2,8 milioni di persone che credono in questo nome e lo seguono appassionatamente
  • Instagram: 2,4 milioni di follower, 70 mila like ai post e 500 mila views ai video tutorial
  • Blog: 2,8 milioni di utenti al mese che entrano a far parte di questa realtà consolidata
  • cliomakeup: 1,4 milioni di iscritti e più di 300 milioni di views

Clio non è solo una make-up artist, ma è soprattutto una ricercatrice. Lei cerca, perfeziona, crea, annovera, studia nuove tendenze e le adatta ai suoi prodotti, ottimizzando il servizio e conferendo quel tocco di personalità.

La struttura organizzativa si differenzia per i precisi valori che la guidano: liberta’, in quanto Clio cercano la libertà nelle loro scelte, anche per quanto riguarda la libertà di scelta dei prodotti, piuttosto che delle attivita’ social; pluralismo; autonomia, rispetto a qualche capital venturist che ad esempio vuole investire nel brand ma allo stesso tempo vuole avere potere direttivo, in questo caso cliomakeup cerca di autodeterminarsi senza dover dipendere da nessuno e senza essere limitati, rimanendo un brand unico e speciale nel suo insieme.

Clio incarna personalmente il proprio brand, non solo con il nome ma soprattutto con la sua personalità che ritoviamo in tutti i suoi lavori (basti pensare ai libri, ma anche agli stessi prodotti come i rossetti). E’ come se Clio ci parlasse in prima persona attraverso i propri prodotti, come se qualsiasi testo, video si ricolleghi alla persona di Clio, fautrice di questa splendida realtà. Clio è riuscita a creare un format del testimonial, qualcosa di diverso che crei una nuova dimensione, nella quale i prodotti abbiano una funzione narrativa e di rappresentazione di essi stessi, quasi come se i prodotti raccontassero la propria storia, ma personalizzando la figura dell’inventore.

In conclusione delineiamo cliomakeup in una visione finalistica. Cliomakeup cerca sempre qualità altamente performente, top rated nella definizione dei prodotti che sappiano valorizzare la fisionomia di cliomakeup e tutta la sua crescita professionale durante questi 10 anni dalla sua nascita. Cliomakeup è una realtà consolidata che utilizza le proprie risorse, autofinanziandosi per cercare sempre innovazione, perfezione , mantenendo vivo l’impegno a conseguire gli obiettivi di volta in volta prefissati. Non è pertanto la classica azienda, ma una realtà basata su determinazione, amore (come si enuncia anche dai suoi ultimi prodotti come creamy love, dark love, liquid love) passione e costanza nel lavoro.

 

Articolo a cura di Alexandru Rosu