L’Unione Europea (UE) gestisce da oltre un decennio vari programmi spaziali (EGNOS, Galileo, Copernicus), dove le competenze, le risorse dei singoli Stati Membri sono messe a sistema e raggiungono la massa critica necessaria per affrontare complessità e l’importante onere finanziario. Un esempio di ‘valore aggiunto’ europeo di cui si conosce ancora poco, che sta agendo come catalizzatore di innovazione e sviluppo industriale.

Evento

  • UGO CELESTINO, lavora al programma di navigazione satellitare Galileo della Commissione Europea e ci illustrerà il lavoro delle Istituzioni UE nel settore spaziale, come questo influisce sulla società, l’economia e la vita di tutti i giorni.
  • LUCA ROSSETTINI, fondatore e CEO di una start up italiana, https://www.deorbitaldevices.com/ ha sviluppato una soluzione modulare e scalabile per il fine-vita dei satelliti, che consente di allungare la loro vita utile e di riposizionarli in orbita a fine vita, onde evitare pericolosi detriti spaziali. La stessa tecnologia è stata poi usata da D-Orbit per costruire il primo sistema di trasporto orbitale per piccoli satelliti. Per lanciare la sua azienda ha usufruito anche di fondi UE per l’innovazione tecnologica.

Programma:

  • 14.30 – 15.15: L’Europa e lo spazio
  • 15.15 – 16.00: Cos’è il Newspace, intraprendere tra alti rischi tecnologico e commerciale
  • 16.00 – 16.30: Discussione con gli studenti, domande e risposte

 

Evento in collaborazione con MAGES e SMARTUP.

 

PRENOTA QUI IL TUO BIGLIETTO