COSA E’ SUCCESSO? Riepilogo dell’evento iTool Day

All’iTool promosso da iBicocca è stata proposta una panoramica e un approfondimento sugli strumenti maggiormente utilizzati in azienda. Strumenti che compiono, agevolano e talvolta ottimizzano una data funzione aziendale.

Giacomo Modè, attualmente Chief Sales Marketing Officer di Nuvolab ed ex iStudent, ha spiegato qual è il social media toolkit base e che ruolo riveste il Social Media Manager. Quest’ultima è una figura che sta assumendo una posizione sempre più strategica all’interno dell’ambiente aziendale; ovvia conseguenza della tendenza del crescente utilizzo e dunque della crucialità dei social media. Il suo compito è quello di raccogliere informazioni internamente ed esternamente, generare un contenuto, passare alla pubblicazione ed infine analizzare e monitorare i risultati.

Il primo tool che è stato presentato da Giacomo è “Feedly“, che permette di creare una collection di tutte le pagine di un certo tipo permettendoti di scegliere attraverso parole chiave o Url oppure argomenti. Tutte le news di un dato settore a portata di click, da fonti certificate. La sua funzione è di tenere l’utente aggiornato su tutto ciò che gli interessa. “Zest” funziona in maniera simile. È uno strumento per avvicinarsi al Social Media Marketing e al mondo della tecnologia. Si tratta di una redazione digitale gestita da giovani che seleziona e pubblica articoli di settore, per la maggior parte riguardanti nuove tecnologie, innovazioni. Ognuno può inserire un articolo inerente che, se risponde ai requisiti, verrà pubblicato. Per chi avesse poche esperienze di grafica, utilissimo risulta “Canva“, strumento che in un modo più semplice e meno approfondito, può sostituire ‘Illustrator’. Canva porta il design alla portata di tutti: non è affatto complesso e si può creare un progetto di qualsiasi tipo, un poster, una presentazione, un attestato, una brochure, un logo, una cartolina. Presenta un’infinità di layout predefiniti e immagini, alcuni gratis, altri a pagamento. Di tutt’altro tipo di utilità “Buffer“, strumento di gestione dei social media per marketers e agenzie. Propone un modo migliore per condividere un contenuto sui principali social media. Permette di condividere istantaneamente su quanti social media si vuole, o all’ora che si ritiene migliore per ottenere più engagement.Per analizzare i risultati delle pubblicazioni sui social media in azienda spesso si utilizza “Facebook Insight“. Ti aiuta a capire come gli algoritmi di Facebook vedano il tuo profilo e ti inseriscono in una ‘bubble’, un’aggregazione di utenti simili per interessi. Facebook Insights, inoltre, ti consente di analizzare in modo approfondito le interazioni tra la pagina e i fans, in base ai messaggi che scrivono in bacheca, le volte che cliccano su “Mi piace” accanto a un post e i commenti che fanno

Il nostro secondo ospite, Massimo Riva, studente di Scienze dell’Organizzazione, ha presentato “Trello“, strumento per organizzare qualsiasi tipo di attività, da quella quotidiana a quella lavorativa. È web-based e aiuta nella gestione e nella implementazione di un qualsiasi progetto. Si possono selezionare le persone con cui bisogna attuare il progetto, creando un gruppo. La piattaforma si basa sul principio della flessibilità, quindi ognuno può apportare modifiche e tutti vedranno chi ha apportato tali cambiamenti e dove. L’unità elementare di Trello è la scheda: posso rinominarla come voglio ed è la singola attività assegnata alla singola persona. Dopo che il task viene effettuato da chi aveva il compito di eseguirlo, si può spuntare la casella, per far notare agli altri che quel determinato compito è stato già eseguito, da una data persona. Ogni scheda è inserita all’interno di una lista, che è affissa sulla bacheca, visibile solo dal gruppo. Si possono inoltre cambiare i colori di ogni scheda, aggiungere filtri, adesivi, taggare persone, collegare eventi, e scaricare power-ups per aumentare le funzionalità.

Gabriele Arena, attualmente responsabile del marketing di Crowdchicken nonché ex iStudent di iBicocca, ha illustrato il concetto di marketing automation, ovvero automatizzare le attività chiave per ottenere risultati migliori. In un mondo sempre più sovraccarico di dati e con la possibilità di raggiungere un numero sempre più elevato di clienti è fondamentale creare dei processi automatici che permettano di trovare, acquisire e mantenere i clienti in modo semplice e personalizzato. Spostando il marketing verso un’ottica di automazione, permette di farsi trovare dai clienti, di non sprecare il budget, utilizzarlo con criterio e dunque ottimizzare i costi legati al marketing. Con “Autopilot“, servizio di Email Marketing, il cliente riceverà in varie fasi del suo ‘Journey’ verso l’obiettivo aziendale e-mail personalizzate, sms, postcards. Tutto ciò per migliorare la Customer Retention Management, aumentare il numero di clienti ed essere più efficiente nei servizi offerti. “Zapier“, infine, viene presentato come un ponte tra varie applicazioni. È meno professionale e permette meno integrazioni, ma è più semplice da usare. È uno strumento gratuito che ti permetterà di automatizzare diverse attività e rendere la gestione del tuo sito più efficiente.

Scritto da Riccardo Ferrario